Proprietà e Benefici


Ritenuto la “spezia del buonumore”, lo zafferano è uno dei più potenti antiossidanti presenti in natura.

Contiene innumerevoli sostanze preziose: minerali (Ca, P, Na, K, Fe, Mg, Mn, Cu, Zn, Se), vitamine A, B1, B2, B3, B6, C che aiutano il metabolismo e rafforzano il sistema immunitario; i carotenoidi che combattono i radicali liberi; la zeaxantina che protegge le cellule della retina e infine il safranale che aiuta nell’azione digestiva.

icona-antiage-ghinghinelli-zafferano-01.png

Antiossidante d'Oro

Le numerose ricerche pubblicate sulle riviste scientifiche parlano chiaro: lo zafferano è il re degli antiossidanti. Lo stress, il cibo, l’aria inquinata creano continuamente nel nostro organismo delle sostanze tossiche chiamate radicali liberi che danneggiano le cellule e favoriscono l’accelerazione dell’invecchiamento. Gli antiossidanti sono capaci di neutralizzare i radicali liberi.

 
 
icona-cuore-ghinghinelli-square-01-01-01.png

Depura il Sangue

Nella medicina ayurvedica lo zafferano viene usato come depurativo del sangue e la fitoterapia conferma le sue proprietà disintossicanti. Lo zafferano riattiva la circolazione, elimina le tossine e abbassa il colesterolo e i trigliceridi. Gli effetti dello zafferano sono sfruttati anche dalla medicina cinese.

icona-buonumore-ghinghinelli-square-01-01-01-01.png

La Spezia del buonumore

Il colore giallo dello zafferano è da sempre sinonimo di benessere, felicità e buonumore. Non è un caso che la cromoterapia lo utilizzi proprio nelle situazioni di stress psico-fisico. Il giallo è efficace contro gli stati depressivi, perché attraverso le vibrazioni cromatiche arriva all’ipotalamo, sede delle emozioni, regalando benessere e felicità.

 
 
icona-digestione-ghinghinelli-square-01-01.png

Efficace come digestivo

Forse vi sembrerà sorprendente, ma molti liquori digestivi contengono zafferano. Grazie ai suoi aromi naturali, ai pigmenti e ai numerosi principi attivi questa spezia ha una notevole azione stimolante sull’apparato digerente. Lo zafferano entra immediatamente in circolo aumentando la secrezione della bile e dei succhi gastrici e quindi facilitando la digestione.

icona-dieta-ghinghinelli-square-01-01-01-01.png
icona-afrodisiaco-ghinghinelli-square-01-01.png

Zero calorie

Pur regalando ai piatti bontà e sapore, lo zafferano ha il grande pregio di non aggiungere grassi e fornire pochissime calorie. Infatti l’apporto calorico di questa spezia è praticamente nullo: 0,10 g sono meno di 1 cal e contiene 0,0095 g di grassi. Per questo sempre più spesso lo zafferano viene utilizzato nelle diete alimentari.

Afrodisiaco

Nella mitologia greca il dio Ermes utilizzava lo zafferano come afrodisiaco per risvegliare il desiderio sessuale. Oggi gli effetti stimolanti dello zafferano sono riconosciuti a livello scientifico.”Questa spezia”, spiega il dottor Ottavio Iommelli, “agisce sulle ghiandole surrenali, stimolando la produzione di ormoni quali adrenalina, ACTH e cortisolo, utili per la sfera sessuale”.

 
 
icona-vista-ghinghinelli-square-01-01-01.png

Fa bene agli occhi

Lo zafferano contiene molte sostanze appartenenti alla famiglia dei carotenoidi. Diversi studi dimostrano che questi composti svolgono un ruolo fondamentale nella conservazione della vista. Grazie alla presenza di vitamina A l’assunzione di zafferano è utile per contrastare la degenerazione maculare tipica dell’età avanzata.

 
 
icona-polmoni-ghinghinelli-square-01-01-01-01.png

Vie respiratorie

I benefici dello zafferano interessano anche le infiammazioni delle vie respiratoriel’asma in particolare. La spezia infatti aiuta a liberare le vie respiratorie e riduce l’infiammazione, facilitando così la respirazione e riducendo l’intensità dell’attacco di asma.